Cosa NON è cambiato nella Supply Chain negli ultimi 10 anni?

L'Innovazione nella Supply Chain



Quando si parla di magazzini automatici, movimentazione automatica e material handing in generale, rimanere sempre al passo con le innovazioni non è facile. Le informazioni in tempo reale, che fluiscono senza soluzione di continuità, gestiscono ogni fase di ogni transazione. La cattura dei dati adesso è web-based e mobile, con necessità di supportare sia dispositivi Apple che Android.

La robotica fa sempre più parte del lavoro e delle attività di magazzino e movimentazione. Grazie a tutte queste novità, l'automazione è stata portata al livello successivo. I cambiamenti sono tanti e sono spesso all'ordine del giorno, anche se non tutte le aziende riescono a stare al passo.

Il puro volume di tecnologie, strumenti e processi disponibili per migliorare le prestazioni della catena di fornitura è quasi travolgente. Ironia della sorte, in un'economia così competitiva, una strategia vincente per acquisire e mantenere nuove imprese è quella di apprendere dal passato.


Jeff Bezos, Amministratore Delegato di Amazon, illustra perfettamente questo punto nei suoi commenti su come costruire una strategia di crescita a lungo termine: La domanda che senteo sempre fare è ... "Cosa cambierà nella Supply Chain nei prossimi 10 anni"... mentre non sento mai chiedere "Cosa non è MAI cambiato e, probabilmente, non cambierà nemmeno nei prossimi 10 anni?"

Ci occupiamo oggi di questa seconda domanda, che è in realtà la più importante, perché è possibile costruire una strategia di business intorno alle cose che sono stabili nel tempo. Nella nostra attività di vendita al dettaglio, sappiamo che i clienti vogliono prezzi bassi, e so che sarà vero anche a 10 anni da ora. Vogliono la consegna veloce; Vogliono una vasta scelta. Piuttosto che essere intimiditi dal cambiamento, concentri la tua attenzione su ciò che è rimasto costante. Per Bezos, capire cosa non è cambiato nell'ultimo decennio è fondamentale per sapere dove dovresti investire in futuro

Le cose chiave che non sono cambiate all'interno della Supply Chain negli ultimi 10 anni:

1) Più Velocità

 La velocità è una variabile sempre più contenuta nella catena di approvvigionamento. Negli ultimi dieci anni abbiamo visto tempi di consegna ridotti al servizio di giornata in alcune aree. La tensione a diminuire continuamente il tempo di adempimento sarà sempre una costante. La velocità sta portando avanti le innovazioni tecnologiche, poiché il lavoro umano è integrato dall'automazione nel magazzino. La velocità sta anche guidando nuove pratiche di magazzinaggio innovative come le tecniche cross-docking che gestiscono l'inventario in arrivo per trasformarla rapidamente in prodotti da spedire.

2) Più Precisione

L'accuratezza è la cartina tornasole di ogni operazione. Se il tuo magazzino non utilizza un software per il magazzino come il CPEasy, potrebbe non garantire una precisione sufficiente. Pensate solo alla scrittura dell'inventario, gli errori di spedizione e le multe che vanno a sottrarre la redditività e la soddisfazione del cliente. Anche a livelli di precisione ottimali, le organizzazioni leader oggi stanno sperimentando nuove tecnologie con il drone per ridurre ulteriormente gli errori (vedi Walmart guarda ai droni alla distribuzione di velocità, New York Times).

3) Più Visibilità


I clienti, i partner ed i dirigenti vogliono sempre conoscere lo stato del loro ordine. Dalla disponibilità degli inventari di pre-vendita al monitoraggio delle spedizioni, sarà sempre necessario fornire visibilità del movimento non solo in tutta la propria catena di approvvigionamento, ma anche attività a monte ea valle. I requisiti di visibilità end-to-end cresceranno solo perché le aspettative per la totale trasparenza crescono nella mente del cliente, indipendentemente dai sistemi o dalle pareti organizzative.

4) Tempo Reale

La pazienza non è mai stata una virtù nella catena di approvvigionamento. Negli ultimi dieci anni c'è stata una costante progressione della disponibilità dei dati. Gli utenti non devono più aspettare che i dati vengano aggiornati o che i rapporti siano eseguiti durante la notte. Il tempo di ritardo per i dati da aggiornare è ormai praticamente inesistente. La raccolta e rielabborazione dati in tempo reale in tutta la supply chain diventerà sempre più importante in quanto i clienti, i partner, i produttori e gli stakeholders interni si basano sull'intelligence up-to-the-second per prendere decisioni operative fondamentali.

5) Dati


Avere i dati bloccati all'interno di un WMS è sempre stato impopolare, per non parlare dei costi. Le tecnologie più vecchie, anche le applicazioni a domicilio, richiedono troppo spesso uno specialista informatico interno e un budget dedicato. In un mondo in cui tutto è interconnesso, i sistemi necessitano di essere sempre più integrati l'uno con l'altro per lavorare al meglio e al pieno delle singole potenzialità. Per ottenere metriche di performance e identificare meglio le opportunità di miglioramento, le informazioni devono essere disponibili su richiesta, accessibili, visibili, reportabili e esportabili - senza un aiuto esperto.

Può interessarti anche l'articolo Come Gestire i Big Data in Azienda?

6) Ridurre i costi del lavoro

Il mantenimento dei costi è una lotta costante nello sviluppo di qualsiasi supply chain. Per ridurre veramente i costi, è necessario aumentare la produttività. La cattura automatizzata dei dati e una migliore gestione dei dati sono solo parte dell'equazione.

Eliminare la ricerca inutile di oggetti e il viaggio inattivo verso e verso l'altro vanno molto nel risparmiare tempo nel magazzino. L'attuazione di nuovi modi per garantire la giusta quantità di roba giusta è esattamente dove dovrebbe essere quando necessario più, è fondamentale per aumentare la produttività e ridurre i costi del lavoro.

Può interessarti anche l'articolo Gestione del Magazzino: Maggiore Densità e Meno Costi 
Latest
Previous
Next Post »